Sono arrivata in Sud Africa, all’aeroporto internazionale di Città del Capo il 22 novembre 2018, dopo un viaggio totale di 30 ore da quando ho lasciato la mia casa a Ipoh. Il volo Ethiopian Airlines con cui ho volato ha fatto una breve sosta ad Addis Abeba. Ero esausto quando sono arrivata a Città del Capo e mi ha sollevato il fatto che il mio caro amico Sam si sia offerto di passare a prendermi all’aeroporto.Mentre aspettavo la mia moto, Sam mi portò a visitare la città in lungoe in largo. Sam ha guidato la sua Honda Shadow mentre io ero alla guida del suo Royal Enfield del 1969. Questa è la prima volta che ho provato questa moto classica. Era pesante e robusta, e non era influenzata dal vento forte, anche se lo sentivo battermi forte sul petto. Sono riuscita a visitare l’icona di Cape Town, Table Mountain. Sembrava davvero un tavolo con la sua cima piatta. Siamo anche andati a Signal Hill dove ho visto diversi locali fare picnic. La nostra fermata successiva fu Bo Kaap, un piacevole e colorato quartiere malese che esiste da 300 anni. Ho amato i colori vivaci e pastello di case ed edifici. Sam mi ha detto che alcuni anziani che vivono qui parlano ancora il malese. Poi Sam e io siamo andati a Hout Bay passando da Misty Cliff. Ci siamo goduti un delizioso snoek fish ‘n chips al ristorante preferito di Sam mentre ammiravamo il tramonto.Il giorno dopo, Sam mi ha portato a Cape Peninsula. Era a circa 60 km da casa sua e ci abbiamo messo 1 ora di moto per arrivare. La vista dell’azzurro Oceano Atlantico del Sud con le sue enormi onde che si abbattevano fragorosamente sulla scogliera è stato qualcosa di spettacolare. Dopo questa visita andammo al vicino Capo di Buona Speranza, che fu scoperto per la prima volta da un capitano portoghese, Bartolomeo Diaz nel 1488. Dopo di che, siamo andati a Muizenberg, non prendendo la strada costiera, ma Sam mi ha mostrato un percorso interno passando per alcune colline che offrivano una stupenda vista “a volo d’uccello”  della zona.


La mia moto era in ritardo a causa del brutto tempo. Per ammazzare il tempo, Sam mi portò a fare un giro sul lungomare di Città del Capo. La nostra prima tappa fu il Castello di Buona Speranza, che era un forte dotato di bastioni costruito nel 17° secolo. Poi siamo andati al lungomare per ascoltare qualche performance gratuita di musica a cappella offerta dai locali. Siamo anche andati a Milnerton per vedere Table Mountain dalla sua bellissima spiaggia bianca.
Immagino di essere riuscita a percorrere tutte le fantastiche strade dentro e intorno Città del Capo mentre eravamo in attesa della mia moto. Una volta presa la moto, non persi un secondo e andai a nord verso il confine con la Namibia, fermandomi per la notte a Springbok. Il viaggio è stato bello e la qualità della strada era buona, ma il mio giro è stato rallentato dal vento contrario e da molte salite e discese.

Sono rientrata in Sud Africa per la seconda volta tre settimane dopo. Riuscii a fare rapporto all’Alto Comm di Malesia, a Pretoria. Sono stata ricevuta da SE Mohamad Nizan Mohamad, sua moglie Madam Ros e tutta l’ambasciata di Msian, la difesa e lo staff di MATRADE con le loro famiglie. Ero molto emozionata perché non mi aspettavo di ricevere un benvenuto così caloroso. Il gentile Ambasciatore mi ha invitato a rimanere nella sua residenza e il giorno dopo mi ha salutato quando sono andata a Johannesburg.
A Yamaha Linex, Johannesburg, ho incontrato Roger Davidson, importatore di Givi in Sud Africa. Ho incontrato Roger per la prima volta durante la celebrazione del 40° anniversario di Givi a Iseo, in Italia. Mi ha chiesto di contattarlo dopo aver saputo che avevo intenzione di andare in Sud Africa e mi ha presentato il suo socio, Danny Mulder. Ho lasciato qui la moto per il cambio dell’olio e la manutenzione. Roger poi mi ha accompagnato all’aeroporto per prendere il volo per Dubai per partecipare all’Emirates Travellers Festival. Mi ha anche ripreso quando sono tornata e mi ha portato nella sua bella casa dove sono stata ospitato per una notte. E’ stato molto gentile da parte sua.

Ho continuato il mio giro fino all’Elgro River Lodge a Potchefstroom, un luogo popolare tra gli addetti ai lavori e gli overlander per rilassarsi e vedere la fauna selvatica. Ho avuto la fortuna di incontrare Pete il quale ha un’enorme fattoria nelle vicinanze ed è stato disposto a portarmi in giro per un safari nella sua fattoria. Ho visto molti animali – impala, diversi tipi di bufali, diversi tipi di antilopi, giraffe e zebre. Le zebre erano tutte così carine. Ero così emozionata e gridavo come una bambina. Per la prima volta, sono riuscita ad avvicinarmi fino a 50 metri dalle giraffe. Sono delle creature bellissime.

Sono uscita dal Sud Africa per una notte in Lesotho, per poi rientrare per la terza volta. Il viaggio dal confine con il Lesotho è andato bene per i primi 400 km, ma poi all’improvviso si è abbattuto un forte vento. E’ stato inquietante. A volte, mi sentivo come se le ruote della mia moto non toccassero più il terreno. Più avanti, vidi una nuvola di polvere soffiare da sinistra a destra della strada. Sapevo che si trattava di una tempesta. Così mi sono fermata a un distributore di benzina per ripararmi e ho aspettato che la tempesta passasse. Dopo 1 ora, il vento si attenuò un po’ e io continuai verso Beaufort West. Il vento prese di nuova forza mentre stavo guidando, e Dio sa quanto mi ci è voluto per mantenere la moto stabile. Posso solo guidare con la 3a marcia e mantenere la velocità di 60 – 70 kmh. E’ stata una corsa estenuante e non potevo più ammirare le montagne arancioni e gialle del Capo Nord, anche se la vista era sbalorditiva.
Il viaggio di ritorno da Beaufort West a Cape Town è stato tranquillo e bello. In effetti, tra tutti i Paesi in cui ho guidato nella regione del Sud dell’Africa, per me il Sud Africa è il più bello, seguito dalla Namibia. I panorami sulla N1 Highway, Hex River Pass e nella Riserva Naturale di Theewaters sulla strada R321 sono fantastici. Adoro i vigneti, le montagne e le acque blu. Mi sono fermata troppe volte per le foto. Semplicemente non ho potuto resistere. Sono stata anche fortunata perché il vento non è stato così fastidioso come il giorno prima.

Alla fine, tornai a casa di Sam a Città del Capo. Sam mi disse ripetutamente quanto fosse sollevato nel vedermi sana e salva.

 

GUARDA LA GALLERY

LEGGI ANCHE

IT – AreYouAnEXP

FOLLOW US

Newsletter subscription

NEWSLETTER SUBSCRIPTION

Terms and conditions


GIVI EXPLORER IS A GIVI PROJECT


Social

FOLLOW GIVI