MALESIA – PRACTICAL INFO

 

DA SOLI O ACCOMPAGNATI?

Melting pot di razze, religioni e culture, la Malesia è capace di regalare scenari ed esperienze uniche grazie all’atmosfera vivace e animata che la caratterizza. Così come la sua cultura, anche il territorio si presenta diversificato dal punto di vista geografico: la Malesia si divide in 13 stati e 3 territori federali separati dal Mar Cinese Meridionale.

11 di questi stati e 2 dei territori federali (Kuala Lumpur e Putrajaya) si trovano sulla Malesia peninsulare mentre i rimanenti 2 stati e il terzo territorio federale (Labuan) si trovano nella Malesia Orientale.

Organizzare un tour motociclistico non sarà difficile e si potrà godere di tutti i contrasti estremi che rappresentano una delle maggiori attrazioni di questo Paese: grattacieli futuristici si affacciano su antiche abitazioni in legno, altopiani dall’aria “frizzantina” incontrano spiagge calde e paradisiache, hotel a 5 stelle sorgono a due passi da umide foreste di mangrovie.

Da soli o accompagnati? Nonostante la Malesia sia uno dei paesi più sicuri e ormai “occidentalizzati” del sud-est Asiatico, ciò dipende dall’esperienza di viaggio di ognuno. Chi ha dimestichezza con il continente asiatico sicuramente potrà decidere di affrontare la Malesia con il giusto atteggiamento e attenzione. Chi ha viaggiato prevalentemente in Paesi occidentali dovrebbe optare per un moto tour organizzato o, nel caso di gruppo di amici motociclisti, per il supporto di una guida in 4×4.

 

DOCUMENTI PERSONALI E DELLA MOTO

Il passaporto deve avere una validità residua di almeno sei mesi dalla data d’ingresso nel Paese. Non è richiesto ai cittadini italiani un visto turistico per entrare in Malesia, purchè la permanenza non superi i 3 mesi. Durante il soggiorno è consigliato portare sempre con sé una fotocopia autenticata del passaporto (sempre che il vostro tour motociclistico preveda il ritorno al punto di partenza, dove eventualmente lasciare l’originale al sicuro).
Chi decide di noleggiare una due ruote sul posto può avvalersi di
Patente: per poter guidare in Malesia bisogna essere muniti di patente nazionale in corso di validità e patente internazionale.

 

MOBILITÀ

Senso di marcia: guida a sinistra, sorpasso a destra.

La maggior parte delle strade in Malesia è in buone condizioni, la lunga autostrada che collega la Thailandia a Singapore rende particolarmente facili gli spostamenti nord-sud nell’area occidentale del Paese. Il traffico nelle grandi città è paragonabile a quello delle metropoli europee, e diventa più caotico soltanto durante certe ore del giorno o quando le condizioni atmosferiche rallentano l’andamento dei veicoli. Bisogna invece prestare maggiore attenzione alla guida quando ci si muove in città di dimensioni più ridotte o aree rurali e villaggi.

A Kuala Lumpur è presente una rete metropolitana efficiente (in parte sopraelevata), i taxi sono accessibili e sono molto diffusi servizi di trasporto provati come Uber e Grab.

Da segnalare: è richiesto un carnet di passaggio in dogana per veicoli che vengono importati temporaneamente ( per ulteriori info consultare il sito: www.aci.it/index.php?id=2090)

Un veicolo importato temporaneamente può rimanere entro i confini nazionali della Malesia per un tempo massimo di 90 giorni, con possibilità di proroga per altri 90. Al termine di questo periodo è necessario esportare o nazionalizzare il veicolo.

 

SICUREZZA

Al momento non sono segnalati problemi di ordine pubblico. Sarebbe bene adottare comunque le “normali” misure precauzionali in vista di possibili episodi di microcriminalità, specialmente nei luoghi di maggiore frequentazione. Come in altri Paesi del sud-est Asiatico esiste il rischio di attacchi terroristici, anche contro gli stranieri. Segnalato come il primo attacco da parte dell’ISIS in Malesia, nel giugno 2016 è stata lanciata una granata contro un locale di Kuala Lumpur, che ha lasciato ferite 8 persone. Dopo il fatto le misure antiterroristiche sono aumentate, specialmente nelle grandi città, bersaglio principale di eventuali attacchi.

Rischi ambientali: l’inquinamento atmosferico è un fenomeno ricorrente. Si consiglia di consultare il proprio medico, specialmente se si fa parte delle cosiddette categorie di viaggiatori “a rischio” (anziani, asmatici, bambini, donne in gravidanza…).

Nel periodo dei monsoni (da agosto a gennaio) sono previste piogge torrenziali. Sulla costa Ovest la stagione delle piogge dura da ottobre a dicembre, sulla costa Est e nel Borneo da ottobre a febbraio. In Sabah si sono verificati fenomeni sismici.

Si sconsigliano escursioni nell’area costiera che comprende le province di Kudat, Kota Marudu, Pitas, Beluran, Sandakan, Kinabatangan, Lahad Datu, Kunak, Semporna e Tawau a causa della presenza abbastanza comune di gruppi criminali/terroristici.

Normative da segnalare: le severe condanne detentive per uso di droga, anche leggera. L’omosessualità è considerata un reato (anche se non perseguito nella maggior parte degli Stati della Malesia, a parte i più tradizionalisti come il Kelantan).

 

INFORMAZIONI UTILI

Codice paese: MY
Capitale: KUALA LUMPUR
Popolazione: circa 28 milioni di abitanti
Superficie: 329.847Km quadrati (0,3% acqua)
Paesi confinanti: Thailandia, Singapore.
Fuso orario: + 7 ore rispetto all’Italia (+6 quando l’ora legale è in vigore)
Lingue: la lingua ufficiale è il bahasa melayu. Tra la popolazione di etnia cinese è diffuso il mandarino, mentre tra la popolazione di origine indiana è parlato prevalentemente il tamil. L’inglese è parlato dalla maggioranza della popolazione, soprattutto nelle città.
Religione: l’islam è la religione ufficiale. Sono professati l’induismo, il buddismo e il cristianesimo.

Moneta: Ringgit (RM) o dollaro malesiano. 1 Ringgit corrisponde a 0,24 dollari Usa e a 0,22 Euro. Le principali carte di credito sono accettate negli hotels, centri commerciali, shop e ristoranti delle maggiori città.
La rete elettrica: 240V (a Penang 230V). 50Hz. La frequenza di rete è piuttosto stabile.
Telefonia: la rete cellulare è funzionante in tutto il territorio nazionale con buona copertura.  Il prefisso per chiamare in Malesia è +60. Per chiamare dalla Malesia verso telefoni fissi malesiani digitare 03 + numero telefonico. Acquistare una sim telefonica è semplice ed economico (circa 10 RM, ovvero 2 euro ai quali va aggiunto il prezzo del pacchetto Internet). I principali operatori telefonici sono 3, e tutti offrono un’ottima copertura 4G. CELCOM offre un pacchetto Internet con un costo che parte da 3 RM al giorno. HOTLINK offre Internet a 3 RM al giorno o 10 RM a settimana. U MOBILE invece richiede 5 RM al giorno e 9 RM a settimana.
La connessione Wi-Fi è comunque disponibile nella maggior parte degli hotel, centri città, ristoranti, Café e centri commerciali.
Pronto soccorso: 999
Polizia: 999
Vigili del fuoco: 994
Ente per il Turismo in Malesia: Malaysia Tourism Promotion Board (MTPB).
Indirizzo: 9th Floor, No.2, Tower 1, Jalan P5/6, Precint 5, 62200, WP Putrajaya, MY
Tel: +603 8891 8000 ; Fax: +00603-8891-8070

E-Mail: enquiries@tourism.gov   Website: www.tourism.gov.my

L’ufficio fornisce un buon numero di info in lingua inglese e anche brochure e mappe da scaricare.

Ufficio del Turismo della Malesia in Italia: Malaysia Tourism Promotion Board,
Via Privata della Passarella N4, 20122, Milano, Tel.: +39 02 796 702, Fax: +39 02 796 806
Email: info@turismomalesia.it

Automobile Association of Malaysia: Persatuan Automobil Malaysia (AAM),225 Block 4, No. 7 Persiaran Sukan, Laman Seri Business Park,Section 13, 40100 Shah Alam,Selangor Darul Ehsan. Tel.: 0060 3 55111932, Fax. 0060 3 55113314, Sito web:  aam.org.my, Email:  aammain@aam.org.my

 

INFORMAZIONI UTILI PER I MOTOTURISTI ITALIANI:

Ambasciata: KUALA LUMPUR – Ambasciatore: Maggipinto Cristiano – Indirizzo: 99, Jalan U Thant – 55000 Kuala Lumpur – Tel: 0060342565122|0060342565228 Homepage: ambkualalumpur.esteri.it – E-mail: ambasciata.kualalumpur@esteri.it

 

SITUAZIONE SANITARIA

il servizio sanitario privato è ad un livello superiore rispetto a quello pubblico. È possibile, in linea generale, effettuare in loco tutte le cure e reperire i medicinali necessari, tuttavia in caso di problemi gravi o necessità di interventi chirurgici è consigliabile il rientro in Italia, in quanto i trattamenti presso le cliniche private possono essere particolarmente costosi. Proprio per questo motivo è caldamente consigliata la sottoscrizione di una polizza sanitaria prima della partenza.

Malattie: è abbastanza ricorrente la febbre “dengue”, causata dalla puntura delle zanzare “Aedes Aegypti”. Si manifesta con sintomi molto simili all’influenza (cefalea, febbre alta, dolori muscolari e articolari) oppure, nella forma più grave (potenzialmente mortale) ma meno comune, di emorroidi.

Si raccomanda l’uso di repellenti contro gli insetti, abbigliamento adeguato, zanzariere. In caso di sospetta “dengue” è necessario rivolgersi il prima possibile ad un medico o una struttura ospedaliera. Si registrano inoltre casi periodici di epatite ed encefalite giapponese, malattia trasmessa dalla zanzara “culex” presente in tutto il sud-est asiatico. Sono stati riscontrati casi di “Zika virus” e leptospirosi (malattia di origine batterica trasmessa dal contatto con acque, terre contaminate o animali infetti) i cui sintomi sono dolori muscolari, febbre e mal di testa. È opportuno, all’insorgere di tali sintomi, recarsi al pronto soccorso più vicino.

È consigliabile non avvicinarsi in nessun caso agli animali che spesso si incontrano durante le escursioni (specialmente scimmie), in quanto sono stati segnalati casi di rabbia.

Vaccinazioni obbligatorie: vaccino contro la febbre gialla per tutti i viaggiatori di età superiore ad 1 anno provenienti da Paesi a rischio trasmissione della malattia e per i viaggiatori che abbiano transitato per più di 12 ore nell’aeroporto di un Paese a rischio. Sono consigliate, sotto parere medico, i vaccini contro epatiti, la profilassi anti-malarica e le vaccinazioni contro il colera (queste ultime due solo se il viaggio prevede escursioni nelle foreste del Borneo).

 

EQUIPAGGIAMENTO MOTO

Considerato il clima caldo umido durante quasi tutto l’anno è consigliato un abbigliamento tecnico leggero completo di tuta antipioggia e un casco integrale o modulare (il più indicato per intraprendere un viaggio su due ruote). Se arrivate via terra avrete sicuramente un allestimento studiato ad hoc per affrontare asfalto e sentieri sterrati. Nel caso invece di “rent a bike”, informatevi in anticipo sulla possibilità di noleggiare di accessori da viaggio. L’alternativa è partire in aereo con borsoni adatti ad essere montati sul modello di moto prenotata, in cui inserire anche kit medico di prima necessità, kit antiforatura e accessori di ricarica smartphone/GPS anche quando la moto è in marcia, la foto/video camera e/o il tablet + relativi supporti. Di fondamentale importanza uno zaino     (30 litri è l’ideale) dotato di spallacci larghi e scomparti separati, così come un marsupio da indossare in vita, dotato di tasche porta attrezzi, documenti e altri piccoli oggetti utili da tenere sempre a portata di mano.

 

CARBURANTE

Un litro di benzina in Malesia costa mediamente in questo periodo (maggio / settembre 2019) 2.080 Malaysian Ringgit.

 

QUANDO VIAGGIARE

Il periodo migliore per visitare la Malesia dipende dall’area di destinazione.

Malesia peninsulare: per quanto riguarda la costa orientale il periodo più indicato è tra aprile ed ottobre, per quanto riguarda quella occidentale invece, è tra novembre e marzo.

Malesia orientale: per visitare questa zona il periodo migliore è tra gennaio e maggio.

Il Malesia il clima è equatoriale e le temperature oscillano tra i 23° e i 33° durante tutto l’anno, con un tasso di umidità che varia tra il 70 e il 90%. Nelle aree collinari interne le temperature raggiungono, ad una quota di 1500 metri, i 17°/18°.

La temperatura dell’acqua è mite e permette immersioni.

IT – AreYouAnEXP

FOLLOW US

Newsletter subscription

NEWSLETTER SUBSCRIPTION

Terms and conditions


GIVI EXPLORER IS A GIVI PROJECT


Social

FOLLOW GIVI