consigli per viaggi in moto in Portogallo

PORTOGALLO – INFO PRATICHE

 

Da soli o accompagnati?

Il Portogallo è uno dei Paesi dell’Unione Europea e come tale rientra tra le mete “easy” per il motociclista, che qui trova una struttura burocratica che gli permette di muoversi liberamente all’interno dei suoi confini, con la propria moto o con un veicolo a noleggio.
La distanza dall’Italia è tale da sconsigliare la prima possibilità se non si dispone almeno di una decina di giorni (la distanza stradale tra Roma e Lisbona è di circa 2.500 km. Un volo vi porterebbe a destinazione in meno di 3 ore). La classica vacanza estiva, di due / tre settimane rende invece “obbligatorio” l’utilizzo della propria moto o scooterone… accessoriati ad hoc, senza i compromessi che il noleggio necessariamente induce ad accettare.
Se il vostro itinerario vi porta a non uscire dall’asfalto, non serve certo il supporto di una guida (c’è il navigatore che vi aiuta a raggiungere la destinazione giornaliera).
Se invece avete scelto il Portogallo per le possibilità offerte anche agli amanti dello sterrato, potrebbe valere la pena di farvi affiancare da una guida motociclistica locale, soluzione che appare ancora più appetibile se a viaggiare non siete da soli.
In questo caso potreste avventurarvi su parte del percorso della Transportugal. C’è chi la percorre interamente (quasi 5.000 km tra Spagna e Portogallo) e chi sceglie di accorciare le distanze. La cosa interessante è che buona parte del percorso è facile e adatto alle maxienduro. Se siete interessati Puntate su Sagres o Braganca.
Passiamo alla sicurezza. Il tasso di criminalità non è elevato in questo Paese, ma è necessario fare attenzione a borseggi, scippi e furti nelle principali zone turistiche.
A Lisbona, va prestata attenzione nelle zone più visitate della città (in particolare Belém, Baixa, Alfama, Castelo, Bairro Alto e Chiado).
È altamente consigliabile evitare di lasciare accessori facilmente esportabili sulla moto,
Si suggerisce cautela nella guida, soprattutto nei grandi centri urbani, e il rispetto della segnaletica (ad esempio i tram si superano solo quando c’è uno spazio apposito per la salita e discesa dei viaggiatori). Il limite consentito dal tasso alcolemico è di 0,05%. Il limite consentito per chi guida da meno di 3 anni scende a 0.02%.
L’uso dei fari anabbaglianti è obbligatorio per i motocicli di giorno e di notte.
Il nuovo Codice della Strada Portoghese impone per i non residenti il pagamento immediato di multe, pena il temporaneo sequestro del veicolo.
Esiste un Dipartimento della Polizia chiamato “Polícia de Segurança Pública – Comando  Metropolitano de Lisboa, Esquadra de Turismo” (Stazione di Polizia Turistica) dove chiedere assistenza anche nella vostra lingua. Il servizio e’ attivo presso Palácio Foz in Praça dos Restauradores (Tel. +351 21 342 16 23). A Oporto, il servizio e’ attivo presso Rua Clube Fenianos 11 (Tel. +351  22 20818 33).

Equipaggiamento moto

Indispensabili le valigie rigide con grande capacità di carico. L’aggiunta di borse interne facilità il trasporto dei bagagli durante le soste (evitando il trasporto delle valigie o del top case). In funzione della tipologia del percorso potrebbero servire taniche aggiuntive per acqua o carburante e tutti gli accessori tecnici utili a proteggere il propulsore da sassi e colpi come paramotore e paracoppa.
Il clima in Portogallo è piacevolmente mite, con differenze tra Nord (più fresco e piovoso) e Sud caldo e soleggiato e secco in Algarve. Se il vostro viaggio vi porta al Nord – non in periodo estivo – munirsi di un parabrezza e mettere in borsa l’utilissima tuta antiacqua.

Documenti personali e della moto

Ai cittadini europei che intendono entrare in Portogallo viene richiesto il passaporto o carta d’identità validi per l’espatrio e in corso di validità. La patente di guida italiana è riconosciuta e permette di guidare o affittare una moto. Anche l’assicurazione italiana del veicolo è valida in Portogallo. Per gli altri Paesi consigliamo di contattare l’equivalente della ACI (quindi l’automobil club nazionale).
Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato portoghese presente nel vostro Paese (va bene anche una agenzia di viaggio).
Nessun visto d’ingresso è richiesto ai cittadini europei.

Aspetto sanitario

Nessuna vaccinazione è obbligatria. Le strutture sanitarie: sono buone in tutto il Paese.
I cittadini italiani che si recano temporaneamente per studio, turismo, affari o lavoro nel Paese possono ricevere le cure mediche necessarie previste dall’assistenza sanitaria pubblica locale, se in possesso della Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) detta Tessera Sanitaria. La TEAM sostituisce i precedenti modelli E110, E111, E119 ed E128. Coloro che non l’avessero ancora ricevuta possono rivolgersi alla propria ASL e richiedere il “Certificato sostitutivo provvisorio”.
Si consiglia comunque di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio con aereo sanitario  o il trasferimento in altro Paese.

Lingua, moneta & other tips

Il Portoghese è la lingua ufficale.. Nelle località turistiche è diffusa la conoscenza di inglese, spagnolo e francese.
La moneta ufficiale è naturalmente l’Euro. Le carte di credito internazionali sono accettate ovunque.
La telefonia mobile è attiva in tutto il Paese. Le tre reti che assicurano il servizio sono: MEO, Vodafone e Optimus.
Per chiamare in Portogallo dall’estero bisogna digitare il prefisso internazionale 00 seguito dall’indicativo 351.
Rete elettrica 220 volts. Wi-Fi service disponibile nelle maggiori città.

NUMERI UTILI:
Pronto Intervento (SOS Numero Nazionale 112)
Policia quadra per il Turismo Lisbona: 00351 213 421 623, Cascais: 00351 214 863 929
Oporto: 00351 222 081 833
Linea Salute 24 – (Numero verde contattabile solo dal Portogallo per informazioni ed assistenza sanitaria ) 808 242424
Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito dell’ente del turismo portoghese www.visitportugal.pt
Ambasciata d’Italia – L.go Conde de Pombeiro, 6 – 1150-100 Lisbona Tel. 00351.213.515.320
e-mail: ambasciata.lisbona@esteri.it – web: www.amblisbona.esteri.it

Carburante

Il costo medio di un litro di Super (al 22 febbraio 2016) è di 1,37 euro.

Quando viaggiare

Praticamente in ogni stagione, Il Portogallo garantisce almeno 3.000 ore di sole l’anno e offre 850 km di splendide spiagge e strade costiere.
Le temperature medie annuali non scendono sotto gli 8 gradi di notte e i 15 gradi di giorno (rilevamento in gennaio a Lisbona).
Nelle regioni interne del Portogallo l’inverno diventa più freddo, soprattutto con il crescere della quota: procedendo verso est infatti non solo ci si allontana dall’oceano, ma la quota sale fino a qualche centinaio di metri, soprattutto nelle regioni centro-settentrionali a volte può nevicare.
La rete viaria è buona. Le autostrade sono a pagamento. Il pedaggio si paga in contanti oppure con carta di credito.
Il limite di velocità in autostrada è di 120 km/h, 90 km/h sulle strade extraurbane e 50 km/h nei
centri urbani.

Noleggio moto

Per noleggiare un veicolo in Portogallo è necessario avere un’età non inferiore a 21 anni e con patente valida da più di un anno.
Alcune delle organizzazioni presenti sul territorio:

WWW.RENTALMOTORBIKE.COM
+34 938 770 001
(per stabilire un contatto email con loro bisogna compilare un form)

WWW.NORTHROAD.PT
Rua de Camões, 703 – 4000-148 Porto – Portugal
info@northroad.pt

WWW.HERTZRIDE.PT
Av. Severiano Falcão, Nº 7 – 7° – Edifício Hertz
2685-379 Prior Velho – Portugal
(+351) 210 413 334
hertzride@hertz.pt

QUINTA CAR
IC2, N 42 – Matos da Ranha – 3105-458 – Vermoil, Pombal
reservas@quintacar.pt
geral@quintacar.pt
Tel: (+351) 236 098 652

Le vostre segnalazioni saranno di grande aiuto all’aggiornamento delle INFO PRATICHE

IT – AreYouAnEXP

FOLLOW US

Newsletter subscription

NEWSLETTER SUBSCRIPTION

Terms and conditions


GIVI EXPLORER IS A GIVI PROJECT


Social

FOLLOW GIVI