Long Way Down
di Ewan McGregor &
Charley Boorman

Wikipedia ha pubblicato una tabella con l’elenco dei motociclisti che dal 1902 al 2016 hanno realizzato i viaggi motociclistici degni di nota. Vi compaiono le imprese di una cinquantina di travellers, con rispettivi indicazioni della tipologia del viaggio, la moto utilizzata e ulteriori approfondimenti tramite link. La curiosità impone di dare un’occhiata, anche in funzione di un aggiornamento (l’elenco è editabile) vista la mancanza di italiani nella lista.

Gli statunitensi la fanno da padrone. In rappresentanza del Nordamerica c’è anche un canadese. Seguono gli inglesi e poi si scende in picchiata a due posizioni per Norvegia e Giappone e ancora si passa alle singole imprese assegnate ai Paesi europei Austria, Ungheria, Danimarca, Francia e Slovenia. India e Indonesia arricchiscono la presenza di traveller asiatici e infine ad un argentino il compito di portare la bandiera del Sudamerica. Come anticipato, degli italiani nemmeno l’ombra. Ed è alquanto strano visto che non sono mancate nei corso dei decenni scorsi le grandi imprese motociclistiche realizzate da nostri connazionali. Ricordiamo una per tutte: il giro del mondo di Tartarini e Monetti in sella a Ducati 175 cc. I due sono partiti nel settembre del 1957 e sono rientrati esattamente un anno più tardi, affrontando grandi peripezie tra cui attraversare illesi ben 4 rivoluzioni…
Ecco qualche estratto:
– Il nome che appare al primo posto è quello di George A. Wyman; nel lontano 1903 attraversa in moto (un modello prodotto dalla California Motor Company) – prima di ogni altro – gli Stati Uniti da San Francisco a New York (6.100 km).
– Nel 1915 entrano nell’elenco le americane Avis and Effie Hotchkiss, madre e figlia, che con un sidecar Harley Davidson coprono la distanza tra due coste USA andata e ritorno (circa 14.000 km). Sono le prime donne a concludere felicemente il “transcontinental crossing of USA”.
– Supera per la prima volta i 100.000 km in un singolo viaggio l’ungherese Zoltàn Sulkowsky Gyula Bartha in sella ad una Harley-Davidson. Siamo nel 1928. Il suo è il primo giro del mondo (rimane in viaggio per anni e tocca 66 Paesi).
– Il primo viaggio in VESPA (una GS) appare nel 1966 ma non è legato a un nome italiano. I 18.000 km tra Nord e Centro America sono percorsi dallo statunitense John Gerber. Lo stesso John lo ritroviamo sempre in VESPA (questa volta una SS180) nel 1971 grazie a un tour di 40.000 km che estende il precedente viaggio a tutto il Sudamerica.
– Il noto motociclista scrittore noto a tutti i travellers Ted Simon fa capolino nel 1973 con il “Jupiter’s Travel: 126.000 km intorno al mondo.
– Il canadese Walter Muma nel 1978 percorre quasi 20,000 km in sella a un Motobècane 50 cc., con il quale raggiunge il punto più a nord dell’Alaska.
– Impresa originale e coraggiosa appare anche quella del giapponese Kanichi FuJiwara: nel 2004 è il primo traveller a circumnavigare il mondo, toccando 44 Paesi, utilizzando uno scooter elettrico Yamaha…
– Tra gli inglese non manca l’attore Ewan Mc Gregor, che con l’amico Charley Boorman sigla i “Long Way Round” e “Long Way Down”, diventati libri e documentari tv: il primo nell’estate del 2004 lungo l’asse Nord Europa, Russia, Mongolia, Canada e Usa (un anno di tempo, 30.300 km), il secondo nel 2007 (circa 20.000 km), alla scoperta del continente africano.
– L’ultimo della lista, in ordine temporale, è Kane Avellano (british adventurer). Entra anche nel Guinness dei primati come più giovane persona (23 anni) ad aver circumnavigato il globo in motocicletta. La sua impresa è datata 2016-2017. Kane viaggia da solo, toccando 36 Paesi e percorrendo oltre 45.000 km.
La pagina di Wikipedia merita davvero una visita. La trovate a questo link:
https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_long-distance_motorcycle_riders

 

IT – AreYouAnEXP

FOLLOW US

Newsletter subscription

NEWSLETTER SUBSCRIPTION

Terms and conditions


GIVI EXPLORER IS A GIVI PROJECT


Social

FOLLOW GIVI