RICARICARE, TRASPORTARE E PROTEGGERE I PROPRI DEVICES IN MOTO

Un viaggio su due ruote è un’esperienza da documentare e condividere anche con foto e video. Ecco qualche consiglio per farlo al meglio, dal punto di vista dell’equipaggiamento ideale e della sua protezione e trasporto in moto.

Tra piattaforme online, blog e social network, anche aggiornare i propri followers in tempo (quasi) reale è diventata un’attività impegnativa.
Per chi il mondo lo gira su due ruote il gioco si complica: è indubbiamente facile ed efficace scattare foto o girare video con lo smartphone; tuttavia in molti preferiscono realizzare un reportage utilizzando strumenti più convenzionali (ma come vedremo insieme neanche poi così tanto) che, naturalmente, hanno bisogno di spazio e di protezione a bordo.

 

L’EQUIPAGGIAMENTO FOTO/VIDEO DEL BLOGGER MOTICICLISTICO

Se siete blogger o semplicemente “social addicted” e volete condividere quotidianamente i vostri scatti e video non dovete per forza rinunciare alla qualità di una vera fotocamera.
Esistono sul mercato molte “compatte” mirrorless con obiettivi intercambiabili che meritano attenzione, come la serie a6000 di Sony®, che citiamo in quanto vista nelle mani di diversi motoviaggiatori e giornalisti del settore. Questa fotocamera aggiunge all’alta qualità delle foto, del video e dell’audio (con tanto di possibilità di utilizzare un microfono esterno), un sistema Wi-Fi integrato che, in unione all’apposita applicazione (Imaging Edge Mobile), permette di inviare i file multimediali direttamente allo smartphone, in modo da avere tutto a “portata di post” senza neanche dover estrarre la scheda di memoria.
Naturalmente questa linea può rappresentare uno spunto per scegliere una fotocamera con caratteristiche analoghe, tra cui l’importante condivisione wireless con lo smartphone.

Quanto alle ottiche, per il foto e videoreportage, consigliamo in abbinamento con quella di serie, uno zoom 18-105mm F/4.
Le normali fotocamere sono in grado di realizzare bellissimi video, tuttavia non possono competere con le riprese dinamiche permesse dalle cosiddette action cam, grazie alle compattissime dimensioni e ai tanti accessori per poterle fissare in diverse posizioni (casco, manubrio, forcella, ecc…)
Al primo posto c’è sempre il colosso Gopro®, ma esistono moltissimi brand che propongono modelli validi (e anche più accessibili), che spesso utilizzano gli stessi standard di attacco di Gopro®. Tra queste citiamo la Mi Action di Xiaomi® e la H9 di Midland®, entrambe 4K.

TRASPORTARE E RICARICARE L’ATTREZZATURA FOTOGRAFICA IN MOTO

In viaggio, si sa, è fondamentale assicurarsi che tutti gli apparecchi elettronici siano sempre carichi, a maggior ragione se ci si muove su due ruote. Come fare dunque per non rimanere “in mezzo al deserto” con le batterie di smartphone o fotocamera a terra?
Proponiamo una semplice soluzione: l’S111 Power Hub di GIVI.
Si tratta di un kit di alimentazione appositamente studiato per borse da serbatoio che permette di collegare, direttamente all’interno della borsa, tre dispositivi tramite USB (per un totale di 9000mA) e un quarto con connettore ISO 12v. Il kit di alimentazione prevede un sistema di cablaggio esterno alla borsa, totalmente impermeabile.
Il Power Hub va abbinato necessariamente al kit S110, cavetteria completamente impermeabile che dalla batteria moto porta una presa 12v in zona manubrio, permettendo di creare un circuito indipendente per la ricarica del device che salvaguarda da eventuali sovraccarichi.

Fotocamera, obiettivi, action cam, accessori, cavi, batterie di scorta, smartphone…
Ideale sarebbe poter riporre questa importante attrezzatura in un posto sicuro e facilmente accessibile. La risposta di GIVI si chiama T508, una borsa da moto dedicata all’attrezzatura foto/video. Il suo interno è sagomato e imbottito, il coperchio ha una tasca interna a rete e una tracolla le permette il facile trasporto. Cosa la differenzia dalle tante borse fotografiche in commercio? Il fatto che a svilupparla è stato uno specialista dell’accessoristica moto.
Le dimensioni della T508 permettono il suo inserimento in tutte le borse serbatoio e da sella prodotte dal marchio, con capacità di almeno 14 litri. All’interno di esse la procedura di ricarica potrà avvenire anche in marcia, senza tener conto di pioggia, umidità e intemperie.

IT – AreYouAnEXP

FOLLOW US

Newsletter subscription

NEWSLETTER SUBSCRIPTION

Terms and conditions


GIVI EXPLORER IS A GIVI PROJECT


Social

FOLLOW GIVI