Liberati dei tuoi preconcetti. Sono probabilmente errati.

L’avevo appena detto e mi sono quasi tirato indietro. Durante l’intero viaggio in traghetto attraverso la Stretto di Gibilterra, stavo mettendo in discussione la mia direzione.

 

Sto prendendo una sciocca decisione? L’Africa settentrionale è pericolosa: tutti i miei amici dicono così. Lo dicono tutti i punti vendita. Oh, e Facebook dice così … quindi è così, giusto?
Beh, alla fine dei miei quattro giorni, ho capito che ignorando tutte queste cavolate, ho potuto sperimentare l’avventura motociclistica migliore e più interessante della mia vita. Ed è accaduto nell’Africa settentrionale: in Marocco.


Non è stato solo un viaggio super tecnico o meraviglioso per i percorsi. Non è stata solo la splendida e diversificata catena montuosa dell’Africa o seguire la sabbia dura sulla Costa Atlantica africana che mi hanno sorpreso.

Oltre a queste meravigliose esperienze, ciò che ha cambiato la mia percezione è stata la gente che vive nel bel paese del Marocco.

Ci sono stati un paio di porti diversi da navigare dentro e fuori, ma ho navigato attraverso Algeciras, Spagna fino a Cueva, in Spagna.

Cueva è una piccola penisola, e territorio spagnolo, sulla costa nord dell’Africa.

L’incrocio di frontiera era intimidatorio, senza dubbio. Sia le guardie spagnole che quelle marocchine sorvegliavano il loro incrocio con una forza impressionante: almeno 50 guardie da ogni lato armati di MP5 e AR15. Le macchine erano imbottigliate nelle poche strade aperte. Tutti tranne me sembravano suonare i clacson, gridando e urlando. Una nota importante: un certo numero di residenti marocchini bilingui si trovano all’incrocio, offrendovi i loro servizi come traduttori attraverso il processo. All’inizio ero scettico di questa offerta, ma è legittima. Non abbiate paura di utilizzare questi servizi poiché molte delle guardie non parlano molto bene l’inglese. Mi hanno aiutato immensamente attraverso tutti i controlli. Dovreste pagarli intorno ai 5-10 Euro una volta attraversato il confine – ne vale la pena!
Il tuo titolo e la registrazione sono controllati dal tuo numero VIN. Dopo aver firmato alcune forme ed esserti sottoposto ad un’eventuale ispezione per droga, armi e altri contrabbandi, sei libero e pulito. La città più vicina è Tangier. Subito dopo l’attraversamento della frontiera, ho salito ripida sul lato della montagna. Le acque dell’Atlantico, del Mediterraneo e dell’intero Stretto di Gibilterra sono visibili su questa strada ventosa e tortuosa.

La strada per Tangeri è incredibile.

 

Non ci ho messo molto a rendermi conto che le persone in Marocco amano le moto. Ho incontrato persone di tutte le età sventolare e controllare la mia bicicletta. Il simbolo “thumbs up” sembra essere il modo più semplice per dare e ricevere complimenti.


A sud di Tangeri, la popolazione va scemando e avrai l’opportunità di seguire la linea costiera. Ci sono molti posti per saltare sulla spiaggia e percorrere le acque! Basta ricordarsi di sciacquare la sabbia salata del tuo scooter in seguito! Quando arrivo a Casablanca e giro 9.000 miglia sul mio pneumatico posteriore. Mi fermo presso il negozio di motocicletta ADV, chiamato “MotoMania”. Suggerimento: i prezzi dei pneumatici, dell’olio e di altri motociclisti sono molto più economici in Marocco rispetto all’Europa!

MotoMania è un rivenditore autorizzato e vende moltissime linee di prodotti GIVI!

Un nuovo pneumatico posteriore, 4 litri di olio e un cambio filtro, e via sulla strada per Marrakesh. Marrakech è una città vecchia e vivace ricca di cibo incredibile! Il mio più grande rammarico in Marocco è non aver trascorso più tempo in questa città! Avrei potuto sedermi per tre giorni ad osservare la vita della città!

Il mercato è pieno di gente – Ma le motociclette sono ammesse su e giù per le strade strette in questa zona!

Avevo un percorso da seguire ed ero diretto all’epica catena montuosa Atlantide! E per epica, intendo che toglie il respiro.


Le montagne offrono più strade sterrate, sia doppie che singole, che potresti metterci una vita a percorrere. Non correre durante le Atlantide!
Una volta dall’altra parte, le cose si scaldano un po’: letteralmente!
Le temperature salgono rapidamente a oltre i 100 gradi F mentre sono sceso dalle montagne e nel deserto del Sahara.
Gli animali lo hanno capito!

 

Ricordati di portare una tanica d’acqua. Va ricordato che l’acqua del rubinetto in Marocco non è generalmente considerata potabile. Ogni occasione che avevo, compravo l’acqua in bottiglia da 1,5 litri. Ho riempito la mia tanica d’acqua e preso una bottiglia in più per il percorso nel deserto.

 

Quando sono arrivato a Tinghir, è stato il momento di iniziare a fare il viaggio verso nord, tornando verso l’Europa. Ho passato la notte in “Hotel Cafe Restaurant Etoile DU SUD”. In Tinghir. Mentre mi sono sentito sicuro e sicuro durante tutto il mio soggiorno in Marocco, non avrei mai potuto lasciarmi perdere l’opportunità di un parcheggio “extra sicuro”!

 

E’ stato sulla strada del ritorno, che ho avuto modo di sperimentare come fosse la vita familiare in Marocco. Stavo attraversando nuovamente i Monti dell’Atlante (a est questa volta) e mi sono fermato per riempire la mia tanica d’acqua in un piccolo villaggio di montagna. Un uomo e sua figlia sono venuti a vedere da dove provenisse questa strana motocicletta. Sono stato invitato nella sua casa per il tè alla menta, un delizioso pezzo in Marocco! Naturalmente, dopo il tè, hanno voluto una fotografia!

 

Sono esperienze come queste che non dimenticherò mai.

In quattro giorni ho coperto quasi 1.300 miglia attraversando il Marocco.

 

Le persone erano gentili, oneste e ospitali.

 

Sono contento di aver colto al balzo l’opportunità di andare in questo posto speciale. Quando sono arrivato al terminale del traghetto a Cueva, erano le 11.00. Il mio traghetto non mi ha portato nella zona di Gibilterra fino quasi alle 12:30!
Tutto quello che volevo era un letto. Ho dormito quella notte sapendo che avevo fatto la scelta giusta. Marocco, ritornerò. Tornerò presto!

IT – AreYouAnEXP

FOLLOW US

Newsletter subscription

NEWSLETTER SUBSCRIPTION

Terms and conditions


GIVI EXPLORER IS A GIVI PROJECT


Social

FOLLOW GIVI